I sintomi di uno squilibrio ormonale - Vivere più sani

Perdita di peso e acne

Acne: quale dieta? - Pillole di nutrizione

Ma cosa sono esattamente gli squilibri ormonali? Gli ormoni, prodotti dalle ghiandole del nostro corpo, sono dei messaggeri responsabili di specifiche azioni, ma anche di una complessiva comunicazione tra i vari distretti del corpo.

A volte gli squilibri ormonali sono del tutto fisiologici - come nel caso della perdita di peso e acne nella donna - eppure hanno delle conseguenze sullo stato di salute ottimale.

modo migliore 2 bruciare il grasso della pancia

Gonadi ovaia e testicolosurrenali, pancreas, tiroide, ipofisi sono solo alcuni esempi di ghiandole che, attraverso una produzione non ottimale di ormoni, creano squilibri a livello fisico e perfino psichico ed emotivo. Gli effetti dipendono dalle ghiandole coinvolte, vediamo anzitutto le relazioni tra ormoni e metabolismo. Sono 4 le condizioni che possono essere legate perdita di peso e acne una marcata tendenza ad accumulare grasso: Riduzione degli ormoni tiroidei Alterato rapporto tra estrogeni e androgeni Aumento dei livelli di cortisolo Aumento dei livelli di insulina I sintomi dello squilibrio ormonale Come fare a sapere che il nostro peso è condizionato da uno squilibrio?

perdita di peso massima in 14 giorni

Che la dieta è sabotata in qualche modo da uno stato di alterazione ormonale? Riduzione degli ormoni tiroidei Questo squilibrio si manifesta con aumentata stanchezza, sonnolenza, intolleranza al freddo e una generica propensione ad aumentare di peso. Basta una minima riduzione ben inferiore a quella presente nei veri e propri casi di ipotiroidismo ad incidere in particolare su una riduzione del metabolismo basale di cui gli ormoni tiroidei sono importante regolatori. Valori bassi della tiroide ipotiroidismo coincidono proprio con questi sintomi appena elencati.

Alterato rapporto tra estrogeni e androgeni e conseguenze sul peso Uomini e donne producono sia estrogeni, sia androgeni, in particolare estradiolo il principale ormone femminilizzante e testosterone il più importante ormone mascolinizzante.

Verificato da me personalmente

Uno degli attributi fisici regolati dal rapporto tra questi ormoni è anche la relazione tra massa muscolare e massa grassa. Gli estrogeni tendono a promuovere il deposito di massa grassa in particolare su cosce e glutei e gli androgeni invece aiutano la formazione di massa muscolare. Lo stress eccessivo in questo modo diventa uno dei fattori principali che rallenta o blocca la riduzione del grasso corporeo.

Questo accade anche nelle persone che non recuperano abbastanza perché, per esempio, soffrono di insonnia. Aumento dei livelli di insulina Un eccesso di insulina è forse la condizione ormonale più tipicamente connessa con un aumento di peso. In questo caso è ben riconoscibile un deposito eccessivo di grasso viscerale, ossia intra-addominale.

8 semplici modi per perdere peso

Si tratta di tessuto adiposo interno alla cavità addominale non sottocutaneo che crea una pancia tonda e tesa senza pliche di grasso facilmente identificabili. Questo grasso diventa un vero e proprio organo endocrino pericoloso per la nostra salute e capace di aumentare i livelli di infiammazione sistemica. La causa è legata ad un consumo eccessivo di zuccheri che altera la produzione di insulina e rende meno efficiente il legame tra ormone e recettore.

Uno squilibrio dei valori di insulina viene causato da un regime alimentare scorretto, disattento, caratterizzato da un eccesso di consumo di zuccheri e da una vita sedentaria. Riconoscere lo squilibrio ormonale Se si sospetta uno squilibrio ormonale è fondamentale rivolgersi al medico.

I sintomi dello squilibrio ormonale

Il medico sarà in grado di raccogliere informazioni, effettuare una visita medica e indicare gli esami diagnostici necessari per confermare la presenza dello squilibrio e per poi procedere alla sua correzione.

Inoltre, gli esami non dovrebbero essere mirati solo alla definizione dello squilibrio ma permettere anche una valutazione complessiva dello stato di salute. Squilibri tiroidei: in questo caso vanno valutati TSH, FT3 e FT4 e va sottolineato che non è corretto determinare solo uno degli ormoni tiroidei FT4 perché la conversione di T4 in T3 non sempre avviene in maniera efficiente.

la 3 recensioni di perdita di peso

Squilibri del cortisolo: in questo caso la determinazione del valore ematico di cortisolo potrebbe essere insufficiente. Meglio procedere con i test salivari con raccolta di 4 campioni nel corso del giorno o con i valori urinari dopo raccolta delle urine nelle 24 ore. Eventualmente in fase successivo test da carico con glucosio o glicemia e insulinemia post prandiale.

Le principali cause della caduta dei capelli nelle donne (parte prima)

Ovviamente esistono numerose altre condizioni e molte altre indagini che possono essere fatte. Nella premenopausa per esempio possono essere utili anche i dosaggi di progesterone e nelle alterazioni della produzione ormonale maschile anche quelli di diidrotestosterone DHT. Come intervenire In linea di principio uno squilibrio ormonale anche lieve deve essere diagnosticato da un medico esperto endocrinologo o specialista dell'alimentazione che si occuperà poi della sua risoluzione.

La prima pozione di perdita di peso di stregoneria è cercare di indagare e correggere lo stile di vita che lo causa. Stress, alimentazione erratasedentarietà sono tutti fattori che accentuano le nostre problematiche e aumentano la possibilità di diventare obesi.

A volte intervenire a livello dello stile di vita è sufficiente a correggere lo squilibrio.

Aumento o riduzione evidente del peso corporeo. Dovrebbero rivolgersi al proprio medico, per accertamenti: Tutte le donne che da almeno tre mesi lamentano, per la prima volta in vita, assenza di mestruazioni e Tutte le donne con un passato di oligomenorrea, che da almeno nove mesi lamentano assenza di mestruazioni. Diagnosi La diagnosi di amenorrea secondaria comincia, innanzitutto, dalla constatazione dell'assenza di mestruazione e prosegue con una serie di indagini finalizzate all'individuazione delle cause scatenanti diagnosi causale. La conoscenza delle cause di amenorrea secondaria è fondamentale per la pianificazione del trattamento più appropriato.

Alcuni squilibri possono essere combattuti con rimedi naturali a base di specifiche piante. Pur essendo rimedi naturali devono necessariamente essere presi dietro consiglio medico per essere utilizzati in modo mirato ed efficace. Meno utili per gli squilibri ormonali sono invece gli integratori alimentari perché non sono in grado di agire direttamente sui meccanismi di rilascio di specifici ormoni.

Malattie autoinfiammatorie: di cosa si tratta? Se ultimamente avete notato dei cambiamenti nel vostro corpo, forse state sperimentando alcuni sintomi di uno squilibrio ormonale.

Puoi trovare un equilibrio ormonale attraverso il mix di alimentazione corretta, movimento fisico costante, obiettivi chiari, rapporti personali sani. La tua salute dipende da tanti fattori. Se vuoi scoprirli, guarda questo videcorso gratis chiamato Potenzia la tua Salute.

  • Amenorrea Secondaria
  • Come perdere peso non dormendo

Semplice da seguire, ma ricco di informazioni scientifiche sul funzionamento del tuo corpo.